Assicurazione viaggio: quale scegliere

Scritto da AssicurazioneOnline il

Se si è in procinto di partire per una vacanza o per una trasferta di lavoro, l’idea di stipulare un’assicurazione viaggio non è certo da scartare: il compito, però, è quello di individuare la polizza più adatta alle proprie esigenze. La scelta dell’assicurazione è molto importante: da un lato consente di essere tutelati rispetto a tutti gli eventuali imprevisti a cui si potrebbe andare incontro, mentre dall’altro lato evita di essere costretti a pagare per coprire eventi che non si potranno mai verificare. Per chi viaggia da solo, la polizza più indicata è quella individuale: ovviamente, la stessa può essere scelta anche da chi viaggia in compagnia di altre persone, tenendo presente – però – che la copertura riguarda unicamente il soggetto che stipula il contratto.

NOVITA' - Finalmente buone notizie per le tasche degli automobilisti italiani! Le compagnie assicurative devono obbligatoriamente applicare degli sconti in favore di tutti gli automobilisti italiani che hanno determinate caratteristiche. Inserisci la targa e pochi altri dati per verificare se hai diritto allo sconto. Scopri quanto puoi risparmiare oggi.

Nel caso in cui si viaggi in compagnia dei propri familiari, le compagnie mettono a disposizione delle polizze familiari. Chi sta per andare in Paesi potenzialmente a rischio, poi, farebbe meglio a rivolgere l’attenzione a un’assicurazione viaggio all inclusive, che – come il suo nome lascia intuire – mette a disposizione una copertura completa, che coinvolge le spese per l’annullamento del viaggio, i risarcimenti connessi allo smarrimento o al furto dei bagagli e le spese mediche inattese. In genere con le formule tutto compreso viene offerta un’assistenza telefonica valida 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, sia in Italia che all’estero.

Le garanzie a cui si può far riferimento sono numerose: la responsabilità civile verso terzi, per esempio, ma anche la protezione delle carte di credito, l’erogazione delle spese essenziali nell’eventualità in cui il bagaglio venga rubato o smarrito, il risarcimento del furto del tablet o dello smartphone, la copertura dei costi ospedalieri, il prolungamento del soggiorno per infortunio, l’invio di un medico dall’Italia, il viaggio di un familiare, il rientro anticipato, il soccorso aereo in caso di emergenza o la traduzione della cartella clinica.

Come si può notare, nella scelta di un’assicurazione viaggio gran parte dell’attenzione deve essere concentrata sulla sottoscrizione di una polizza sanitaria: è ovvio che non ci si augura di ammalarsi o di farsi male mentre si è in vacanza, ma è sempre meglio essere previdenti ed evitare esborsi di denaro troppo consistenti, soprattutto tenendo presente il fatto che in molti Paesi la sanità è privata e ogni minimo intervento può rivelarsi molto costoso. La polizza contro furti e smarrimenti, invece, è indicata per tutti coloro che viaggiano in Paesi con un tasso di criminalità molto elevato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *