Allo studio una polizza legata al tipo di guida

Scritto da AssicurazioneOnline il

E’ notizia di pochi giorni fa: si sta studiando una polizza RC Auto che sia legata allo stile di guida del conducente. A dare questa annuncio è stata ANIA (Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratici) e ciò significa che in futuro, non sappiamo quanto prossimo, ci ritroveremo a pagare dei premi legati al nostro modo di guidare. Siamo indisciplinati e non rispettiamo i limiti di velocità, non manteniamo le distanze di sicurezza e procediamo con marcia a singhiozzo tra accelerate e frenate brusche? Ebbene, tra qualche anno ci ritroveremo a pagare un premio di assicurazione decisamente più alto di chi invece guida con prudenza.

NOVITA' - Finalmente buone notizie per le tasche degli automobilisti italiani! Le compagnie assicurative devono obbligatoriamente applicare degli sconti in favore di tutti gli automobilisti italiani che hanno determinate caratteristiche. Inserisci la targa e pochi altri dati per verificare se hai diritto allo sconto. Scopri quanto puoi risparmiare oggi.

L’idea di massima di ANIA è dunque quella di premiare i virtuosi e penalizzare chi si mette al volante pensando di gareggiare in un rally. Infatti è proprio quest’ultima categoria di automobilisti a provocare la maggior parte dei sinistri e si spera che toccandoli nel portafoglio imponendo loro premi più costosi possa educarli. A dire il vero, il metodo di punire e premiare gli automobilisti secondo il loro stile di guida, non è una novità. Chi sottoscrive polizze con scatola nera viene monitorato dalla sua compagnia e non è raro che vengano concessi abbuoni per i più virtuosi, ma la nuova polizza che ha intenzione di varare ANIA è leggermente diversa.

La nuova polizza allo studio di ANIA vede un premio scomposto in due parti: una  riguarda specificatamente il veicolo, l’altra monitora lo stile di guida dell’automobilista. Inutile dire che non sarà semplice studiare una formula di questo genere poiché, se è pur vero che sul contratto assicurativo compare il nome o i nomi dei proprietari dei veicoli, che sono tenuti a pagare il premio, non è detto che siano proprio loro a mettersi al volante. Prendiamo ad esempio l’auto di famiglia, di norma viene guidata da marito e moglie e, spesso, anche dai figli o comunque dai congiunti. A questo punto non sarà facile scoprire i virtuosi e gli indisciplinati.

Intanto Ania ha deciso di partire con la sperimentazione, lo ha dichiarato Anna Maria Farina, la presidente dell’associazione, nel corso di una tavola rotonda che si è tenuta in occasione dell’assemblea annuale. L’instant Insurance, questo il nome della nuova formula, inizierà a essere sperimentata con le vetture in car sharing. Per fare ciò le vetture saranno in possesso di una polizza che prevede esclusivamente la copertura per l’auto, colui che noleggia l’automezzo, fornito di scatola nera, invece pagherà la propria quota assicurativa al termine del noleggio e naturalmente l’importo da pagare sarà commisurato allo stile di guida.

La sperimentazione coinvolgerà un gruppo di compagnie che si occupano del ramo Danni e diverse società di car sharing. Anna Maria Farina ha poi dichiarato che ANIA ha già sottoposto all’esame dell‘IVASS questa nuova formula e molti sono certi che in un futuro molto vicino diverrà la normale formula di assicurazione RCA.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *