Assicurazioni auto online, ecco tutto quello che devi sapere

Quando si parla di assicurazione auto si fa comunemente riferimento a tutti gli aspetti legati alla protezione del veicolo e dei passeggeri da possibili danni. La polizza per i veicoli a quattro ruote stipulata con la compagnia assicurativa, infatti, ha l’obiettivo di garantire coperture finanziarie nel caso il possessore sia costretto ad erogare un risarcimento nei confronti di terzi, come effetto di un incidente provocato, o a sborsare somme per la riparazione del veicolo a causa del verificarsi di un sinistro a danno del mezzo assicurato.

Assicurazione RCA, quando la prevenzione è d’obbligo

La copertura legata alla Responsabilità Civile Auto, da molti conosciuta come assicurazione RCA, è la polizza, obbligatoria per legge, che ogni veicolo deve possedere per poter essere immesso su strada. Questo tipo di copertura, infatti, tutela i contraenti da eventuali danni che possono essere provocati a terzi, siano essi persone o cose. Chi possiede un veicolo, quindi, deve necessariamente aver sottoscritto con una compagnia l’assicurazione RCA. Come accade per le altre voci accessorie della polizza, come ad esempio l’assicurazione furto incendio o l’assicurazione cristalli, anche per l’RCA è doveroso prestare molta attenzione ai dettagli contrattuali, perché non tutte le Responsabilità Civile Auto sono uguali. Questo, infatti, spiega perché, nel vasto panorama delle proposte che ogni assicurazione auto online fa ai propri clienti, ci siano soluzioni di RC che partono da qualche centinaia di euro per arrivare, addirittura, a superare le 4 cifre. Per tale motivo vale la pena valutare un’assicurazione RCA, tenendo in considerazione aspetti molto importanti, quali non solo il premio, ma anche le coperture massimali, per capirne l’effettiva bontà.

Cosa valutare in un’assicurazione RCA: il premio

Quando si effettua un preventivo assicurazione auto è normale che l’attenzione, anche involontariamente, ricada sulle componenti di prezzo, definito tecnicamente premio assicurativo. L’Unione Europea ha stabilito delle norme che regolano la concorrenza, ma che, al tempo stesso, lasciano un buon livello di discrezionalità a ciascun operatore di poter applicare un costo più o meno alto in virtù di diversi fattori valutativi. Così ogni assicurazione auto online può stabilire abbastanza liberamente l’importo del premio, nonostante tutte si basino sulle statistiche storichedi rischio che tengono in considerazione parametri oggettivi come l’età dell’assicurato, il sesso, la città di residenza e, ovviamente, il tipo di veicolo. Gli ultimi dati di settore, ad esempio, dicono che sono gli uomini ad essere coinvolti attivamente in più sinistri rispetto delle donne: in questo caso, a parità di altre condizioni come stessa città, uguale veicolo e classe di rischio equipollente, sarà più conveniente l’assicurazione RCA per una cliente donna rispetto ad un richiedente di sesso maschile. Questi fattori, inoltre, non solo determinano l’importo del premio dell’RC, ma sono fondamentali anche per il prezzo di altre componenti accessorie come l’assicurazione assistenza stradale, l’assicurazione auto temporanea, l’assicurazione infortuni conducente e l’assicurazione kasko. E’ bene ricordare che tutti gli importi relativi all’assicurazione RCA devono già essere comprensivi, quando si richiede un preventivo, delle tasse e dei contributi obbligatori sia per l’SSN che per il Fondo Nazionale per le vittime della strada.

Quanto mi copre l’RCA? Dipende dal massimale

Il costo dell’assicurazione RCA è strettamente legato al massimale, ovvero l’importo che ciascuna compagnia è tenuta a rimborsare verso persone o cose che subiscono danni a causa del veicolo coperto da polizza. Qualora la somma da ripagare ecceda il massimale, sarà il proprietario del mezzo a dover rispondere in solido con il proprio patrimonio personale coprendo la parte mancante. Anche in tema di massimali è la Commissione Europea ad aver stabilito coperture sotto le quali non si può andare, fissando in 5 milioni di euro il minimo che ciascuna compagnia deve garantire in caso di lesioni a persone, e in 1 milione di euro nel caso i danni riguardino beni materiali. E’ chiaro che, maggiore sarà il massimale richiesto, superiore sarà il costo della componente RCA di un contratto assicurativo: nonostante ciò, chi desidera mettersi al volante all’insegna della totale tranquillità può decidere di pagare un premio supplementare per garantirsi un massimale decisamente superiore. All’interno del massimale RCA, tuttavia, non è solitamente compreso il rimborso per eventuali danni subiti dal conducente del mezzo assicurato: per tutelarsi in questo senso, infatti, è necessario stipulare un’assicurazione infortuni conducente.

Oltre all’assicurazione RCA, ovvero la Responsabilità Civile Auto, che tutela il contraente dal risarcimenti per danni e per lesioni provocate a terzi, all’interno del vasto panorama di coperture legate all’assicurazione auto esistono numerosi elementi aggiuntivi che chi stipula una polizza può scegliere per tutelare in modo sempre più completo il veicolo. Assicurazione furto incendio, assicurazione cristalli, assicurazione infortuni conducente, assicurazione kasko, assicurazione assistenza stradale, sono solo alcune delle voci che i clienti che decidono di stipulare un’assicurazione auto possono inserire nel contratto con la compagnia. Maggiori saranno le tutele e le garanzie richieste, più alto sarà il premio annuale da corrispondere all’assicurazione.

Obblighi, massimali e franchigie

Le normative nazionali impongono l’obbligatorietà per tutte le auto immatricolate di possedere una copertura di RCA. Ciascuna compagnia offre questa tipologia di servizio a fronte del pagamento di un premio annuale che l’assicurato versa per ottenere la certezza che, in caso di danno verso un soggetto o un veicolo terzo, l’ente assicurato si accolli le spese.

Le soglie massime, entro cui l’assicurazione si impegna a pagare sono definite massimali: più alto sarà il massimale richiesto alla compagnia, maggiore sarà il premio che il cliente sarà tenuto a corrispondere ogni anno. Infatti i massimali stabiliti dalle compagnie possono essere di natura variabile e spetta, quindi, al contraente decidere l’importo fino al quale l’assicurazione risponderà in solido. Tali cifre possono arrivare a toccare valori anche oltre il milione di euro, come accade per le coperture delle casistiche più gravi come il coinvolgimento con colpa in incidenti che provocano il grave ferimento o la morte di soggetti terzi.

Oltre al massimale è bene ricordare che la maggior parte delle voci di costo di un’assicurazione auto sono caratterizzate da franchigie, ovvero la parte di danno da risarcire che è sempre a carico dell’assicurato e non della compagnia. Solitamente questo tipo di importo può generalmente variare dai ciRCA 50 euro in caso di assicurazione cristalli ed arrivare fino a 500 euro con l’assicurazione kasko.

Cosa serve per stipulare una polizza auto

L’avvento di internet e delle compagnie online ha facilitato la stipula dell’assicurazione auto online, rendendo tutto il processo di sottoscrizione molto semplice ed immediato. Che sia effettuata via web o con le modalità tradizionali, tuttavia, chi desidera stipulare una polizza auto deve comunicare all’ente assicurativo alcuni dati necessari al completamento della pratica come, ad esempio, le generalità del contraente, la sua classe di merito, la targa del veicolo, l’alloggiamento notturno dell’auto e poco altro. A questo punto basterà comporre la propria polizza inserendo le coperture desiderate, per ottenere un preventivo assicurazione auto su misura e ideale per tutelare al meglio le proprie necessità.

Come funziona il bonus – malus

Una delle principali caratteristiche dell’assicurazione auto è la modalità di assegnazione di ciascun contraente alla classe di merito, ovvero al livello di guida dimostrato su strada. Da neo patentati si parte dalla classe di merito numero 14, sulle 18 totali presenti nella regolamentazione italiana. Ogni anno senza aver commesso un’infrazione o un incidente si guadagna una classe (bonus), con l’obiettivo di arrivare fino a quota 1, il migliore livello raggiungibile in assoluto. Allo stesso modo, per ogni incidente provocato, si scenderà di un livello nella griglia meritocratica (malus). Questa classificazione permette alle compagnie di basare il prezzo finale della polizza, anche in caso di assicurazione auto temporanea, assicurazione auto a km o assicurazioni auto storiche, che, a parità di coperture prescelte, sarà maggiore per quei guidatori con una classe di merito maggiore.

Assicurazione cristalli, niente paura per i vetri dell’auto

Molti guidatori sono convinti che l’assicurazione kasko rappresenti la panacea di tutti i mali quando si parla di polizze a garanzia dell’auto. Un’affermazione quasi corretta, ma che tralascia alcuni elementi fondamentali per la vettura, ovvero tutte le componenti in vetro, che non rientrano nelle casistiche per cui è la polizza ad intervenire. Se, infatti, l’assicurazione kasko è in grado di sostenere economicamente tutti i danni subiti dalla vettura, lo stesso non vale per lunotto, parabrezza e finestrini. A prendersi carico del danno, in questi casi, è l’assicurazione cristalli, una garanzia accessoria rispetto all’assicurazione RCA obbligatoria per legge, che può essere facilmente aggiunta al contratto stipulato con tutte le compagnie di assicurazione auto. Inoltre, questo tipo di garanzia è solitamente proposta in modo molto conveniente dagli stessi operatori: il consiglio, quindi, è quello di inserirla sempre tra le opzioni da acquistare durante un preventivo assicurazione auto confrontando poi la stessa stima di costo senza includerla. Solitamente il differenziale sarà minimo e la scelta più conveniente sarà quella di mantenere attiva l’assicurazione cristalli.

Come funziona la polizza cristalli

Ormai è chiaro che se dovesse capitarvi di avere la sfortuna di trovare un vetro dell’auto frantumato o scheggiato l’unica salvezza per non dover sborsare una fortuna è l’assicurazione cristalli. Ma come interviene nel concreto questa polizza? Come di consueto le compagnie di assicurazione auto offrono la copertura delle spese sostenute per riparare o sostituire le parti in vetro della vettura assicurata, danneggiate in seguito ad avvenimenti accidentali o atti vandalici sia in caso di veicolo posteggiato che in marcia. Come accade per l’assicurazione furto incendio, per l’assicurazione infortuni conducente o per l’assicurazione assistenza stradale anche in questo caso sono presenti i massimali, ovvero gli importi oltre il quale non è più la compagnia ad intervenire, ma sorte differente si può avere in tema di franchigie. Alcuni operatori, infatti, azzerano la quota legata alla franchigia: in questo modo l’assicurazione cristalli diventa un alleato di convenienza, in grado di tutelare completamente il sottoscrittore che non deve sborsare nemmeno un centesimo per riparare o sostituire il lunotto, il parabrezza o i finestrini.

Perché l’assicurazione cristalli conviene

Tra le numerose garanzie accessorie che possono essere abbinate all’assicurazione RCA, l’assicurazione cristalli è forse quella che, considerando il rapporto tra prezzo e ammontare di copertura, risulta essere maggiormente conveniente. Come detto, già in fase di preventivo, è possibile avere un’idea dell’impatto economico della garanzia che, solitamente, con un piccolo sovrapprezzo nel premio complessivo della polizza arriva a tutelare per cifre che si aggirano intorno ai mille euro. E’ consigliabile quindi fare questo investimento contenuto per poter ottenere un grande risparmio in caso di rottura o di danneggiamento dei vetri dell’automobile. I numeri, infatti, parlano chiaro: ogni anno in Italia sono oltre 1 milione e mezzo i veicoli che subiscono il danneggiamento dei cristalli.

Atti vandalici e assicurazione cristalli: attenzione alle clausole

Alcune compagnie di assicurazione auto online propongono la protezione dei cristalli dell’auto all’interno della più nota copertura contro gli atti vandalici. Un affare potrà pensare qualcuno, ma non è sempre così. Per ottenere, infatti, il rimborso è necessario dimostrare che il danneggiamento non sia avvenuto in modo accidentale, ma provocato da atto volontario e doloso. Non solo: gli atti vandalici applicano nella pressoché totalità dei casi una franchigia, quasi mai al di sotto di 250 euro. Ciò significa che un piccolo graffio o un danneggiamento lieve, seppur di natura dolosa, sarà sempre a totale carico del contraente. Prima di firmare, quindi, è necessario porre la massima attenzione alle norme contrattuali ed è sempre bene, in generale, sottoscrivere coperture separate da altre voci quando si parla di assicurazione cristalli.

Assicurazione furto incendio, per dormire sonni tranquilli

Ogni guidatore sa che per circolare sulle strade nazionali ed internazionali è obbligatorio possedere, per legge, un’assicurazione RCA, in grado di garantire piena copertura, in caso di incidente, nel risarcimento danni verso terzi. Oltre a ciò, però, esistono coperture accessorie che permettono di estendere le garanzie al veicolo stesso, al guidatore e a chi sta a bordo. Tra queste l’assicurazione furto incendio rappresenta uno degli elementi essenziali per chi vuole dormire sonni tranquilli e proteggere al meglio la propria vettura. Grazie a questo tipo di polizza, infatti, il contraente dell’assicurazione auto viene risarcito nel caso la vettura venga rubata o prenda fuoco. Inoltre, l’assicurazione furto incendio estende la copertura anche ad eventuali lesioni causate a terzi come conseguenza del furto o dell’incendio stesso.

Come funziona l’assicurazione furto incendio

L’auto è senza dubbio uno dei beni più preziosi per tutte le famiglie. Possedere e prendersi cura di un veicolo, quindi, significa anche assicurarlo adeguatamente per preservarne il valore economico. E così, oltre a dotare il mezzo dei più moderni sistemi di sicurezza, come antifurti satellitari, allarmi acustici ed immobilizzatori del motore, la strada migliore per poter conservare l’investimento fatto in un’auto è quello di sottoscrivere un’assicurazione furto incendio, in grado di offrire un adeguato risarcimento in entrambe le casistiche.

I 2 tipi di copertura, nonostante la loro natura differente, sono da sempre stati offerti in modo congiunto. Anche le compagnie operanti nell’offerta di assicurazione auto online si sono allineate pienamente al meRCAto, unendo al furto anche l’incendio. Il motivo è da ascrivere alla modalità di risarcimento che sottende alle 2 garanzie, il cui rimborso rispecchia il valore commerciale del veicolo al momento dell’accadimento dell’evento. In questo caso, quindi, in caso di furto dell’auto, l’assicurazione rimborserà al contraente il valore commerciale del mezzo al netto della franchigia.

Anche in caso di incendio, come conseguenza di casistiche quali fulmini, scoppi, surriscaldamento del motore o corto circuiti del sistema elettrico, il guidatore riceverà un rimborso pari a quanto riportato nelle tabelle valoriali di meRCAto, sottratta la franchigia. E’ bene ricordare come non siano mai compresi nel computo dei rimborsi in caso di incendio gli oggetti personali presenti all’interno del mezzo al momento dell’evento dannoso.

L’assicurazione furto incendio conviene davvero?

Nonostante sia sempre bene verificare tutti i termini contrattuali della polizza a garanzia del contraente in caso di furto e incendio, è chiaro come questa sia una delle componenti accessorie che non possono mancare in un contratto assicurativo completo, soprattutto in caso di veicolo di nuova immatricolazione o dall’alto valore commerciale. Inoltre, considerando le statistiche medie di settore, l’assicurazione furto incendio rappresenta uno degli elementi a impatto relativo sul prezzo finale della polizza.

Anche per gli automobilisti che optano per un’assicurazione kasko, la polizza che tutela in caso di furto e incendio non rappresenta una duplicazione, anzi: la copertura kasko, infatti, garantisce economicamente il guidatore all’accadimento di danni al veicolo in caso di urto o ribaltamento (ad esclusione dei vetri, a cui assolve l’assicurazione cristalli), ma non risarcisce nulla per incendio o furto.

Il miglior modo per scegliere l’assicurazione furto incendio è il confronto

Nonostante l’assicurazione furto incendio sia, proporzionalmente, una delle coperture più economiche nel panorama delle polizze auto, il miglior modo per poter tutelare completamente il proprio veicolo è quello di confrontare il preventivo assicurazione auto eseguito con differenti compagnie di assicurazione auto online. Il prezzo non deve, però, essere l’unico driver di scelta: gli operatori, infatti, spesso propongono l’assicurazione furto incendio con diverse modalità. Per questo è importante valutare con attenzione anche le franchigie, i massimali e, non da ultimo, i limiti di applicazione.

Assicurazione infortuni conducente, per guidare sereni

Molti guidatori italiani non sanno che tra le garanzie di copertura inserite all’interno dell’assicurazione RCA non è presente alcuna forma di tutela per il conducente che si trova al volante della vettura che causa un sinistro. Infatti, per legge, l’RC Auto copre sì i danni che vengono causati a persone o a cose durante l’incidente, ma limitatamente a terzi. Per chi desidera guidare all’insegna della massima serenità, quindi, è necessario aggiungere al contratto stipulato con la compagnia una garanzia accessoria, ovvero l’assicurazione infortuni conducente, studiata per tutelare la salute degli automobilisti in ogni situazione, anche in caso di sinistro con colpa.

Quando aggiungere alla polizza l’assicurazione infortuni conducente

Al pari delle altre coperture accessorie, come l’assicurazione assistenza stradale, l’assicurazione cristalli o l’assicurazione furto incendio, l’assicurazione infortuni conducente è sempre proposta ai consumatori come opportunità da inserire al contratto base sin dalla fase di preventivo assicurazione auto. La polizza garantisce un risarcimento al conducente in caso di problemi fisici accorsi durante un sinistro in cui lo stesso contraente risulta responsabile. E’ chiaro, infatti, che questa copertura interverrà solo quando è il sottoscrittore ad avere provocato l’incidente: in caso contrario sarà direttamente l’assicurazione RCA del guidatore colpevole a provvedere al rimborso.

Come funziona l’assicurazione infortuni conducente

L’assicurazione infortuni conducente, come detto, è una garanzia che interviene per risarcire economicamente i danni fisici subiti da colui che è al volante della vettura responsabile di un incidente. Come accade ad esempio per l’assicurazione kasko, anche con la polizza infortuni conducente esistono massimali, ovvero la quota oltre il quale non è più la compagnia ad intervenire finanziariamente, e franchigie, ossia la forbice di spesa spettante sempre al contraente, da tenere in considerazione. Tuttavia, nonostante queste variabili, l’assicurazione infortuni conducente porta con sé importanti vantaggi, in quanto, in caso di incidente, è notevole la riduzione delle spese sanitarie che il sottoscrittore dovrà sostenere. Non solo: le compagnie di assicurazione auto online spesso inseriscono all’interno delle condizioni valide per il risarcimento, oltre alla morte del guidatore, anche l’invalidità permanente, le diarie di ricovero e tutte le spese mediche che vengono sostenute dall’assicurato a seguito dell’infrazione.

Occhio alle esclusioni

Per non avere brutte soprese nel caso avvenga un sinistro e si sia costretti a chiedere aiuto alla compagnia, è sempre bene considerare attentamente quali siano le limitazioni che sottendono questo tipo di copertura. Innanzitutto è importante sottolineare che l’assicurazione infortuni conducente copre in via del tutto esclusiva i guidatori certificati per la guida del veicolo. Ciò significa che, dopo aver accettato le condizioni del preventivo assicurazione auto, è necessario specificare chiaramente chi saranno i piloti che potranno mettersi al volante del mezzo. Nel caso, ad esempio, il sottoscrittore sia l’unico soggetto abilitato a farlo, la polizza non interverrà se il guidatore è una persona diversa. Per non correre questo rischio esiste la possibilità di sottoscrivere la clausola di guida libera che, con un sovraprezzo nel premio complessivo, permette di estendere l’assicurazione infortuni conducente a tutti coloro che si troveranno a condurre il mezzo. Inoltre tutte le polizze, anche con clausola di guida libera sottoscritta, non interverranno mai nel caso il guidatore sia in comprovato stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Infine non bisogna dimenticare che esistono alcune casistiche che variano a seconda della compagnia prescelta: ci sono operatori che tutelano il conducente anche in caso di infortuni lievi, al contrario di altre compagnie che, invece, escludono questo tipo di coperture. Il consiglio è sempre quello di controllare con attenzione ogni singolo dettaglio dell’assicurazione auto, prima di scegliere quella più adatta a soddisfare le personali esigenze in fatto di tutele.

Assicurazione kasko, per la massima copertura

Tutelare al meglio il mezzo è una delle assolute priorità per chi possiede un’automobile. Proteggere l’investimento fatto per acquistare il veicolo, infatti, è fondamentale per poter contare su un’auto sempre in salute e in perfetta forma. L’imprevisto, però, può essere dietro l’angolo e anche i guidatori più attenti non possono dormire sonni totalmente tranquilli. Un piccolo graffio, un’ammaccatura provocata da un ciclista un po’ sbadato o, ancora di più, un danneggiamento importante del veicolo a causa di un sinistro con colpa possono, purtroppo, capitare a chiunque. Ecco quindi che, per essere certi di poter contare sempre sulla propria polizza, la soluzione ideale in questi casi è quella di possedere un’assicurazione kasko. Tutte le compagnie di assicurazione auto online offrono tale copertura da abbinare all’assicurazione RCA, obbligatoria per legge. In fase di preventivo assicurazione auto, quindi, sarà possibile selezionare anche l’assicurazione kasko, oltre alle altre coperture accessorie come, ad esempio, l’assicurazione assistenza stradale, l’assicurazione cristalli, l’assicurazione furto incendio e l’assicurazione infortuni conducente.

Come funziona l’assicurazione kasko

Se, da un lato, l’assicurazione RCA tutela il sottoscrittore della polizza dai danni provocati dal suo veicolo a soggetti o cose terze, dall’altro è l’assicurazione kasko ad intervenire economicamente quando è il mezzo dello stesso assicurato a subire danni da incidenti non sono causati da terzi come quelli dovuti, ad esempio, all’urto contro oggetti per un’uscita di strada o al ribaltamento. L’assicurazione kasko, quindi, si attiva indipendentemente dalla responsabilità del guidatore.

Quando conviene l’assicurazione kasko

Considerata la sua speciale tipologia di intervento, che copre le spese relative alla riparazione dei danni al veicolo indipendente dalla responsabilità del sottoscrittore, l’assicurazione kasko è ideale per i neopatentati che, per prendere dimestichezza al volante, spesso provocano qualche ammaccatura di troppo alla carrozzeria. Ma non solo: anche gli automobilisti più sbadati della media, che durante l’anno fanno registrare piccoli sinistri, possono decidere di attivare questa polizza. Visto il suo costo non particolarmente contenuto, tuttavia, è necessario valutare, in base ad una stima personale, se l’ammontare delle riparazioni è superiore al premio richiesto dalla compagnia, considerando in questo calcolo anche gli importi delle franchigie che sono sempre applicate dagli operatori.

Quanto costa effettivamente l’assicurazione kasko

Il premio annuale da versare per l’assicurazione kasko è senza dubbio il più alto rispetto a tutte le voci offerte da ogni compagnia di assicurazione auto online, maggiore anche dell’assicurazione RCA e dell’assicurazione furto incendio. In questo caso, come per le altre opzioni accessorie di polizza, è sempre bene effettuare non un solo preventivo, ma numerosi, in modo da poterli confrontare per scegliere l’offerta migliore per le personali esigenze di guida. Gli operatori, per definire gli importi dell’assicurazione kasko, utilizzano elementi oggettivi come, ad esempio, il modello dell’auto, la classe di merito dell’assicurato e la sua città di residenza. Tuttavia, nonostante questi parametri uguali per tutti, le proposte delle diverse compagnie assicurative online possono discostarsi addirittura di centinaia di euro l’una dall’altra.

L’assicurazione mini kasko, una via di mezzo all’insegna del risparmio

I costi dell’assicurazione kasko per alcune tipologie di consumatori possono essere considerati proibitivi. Per questa ragione molte compagnie hanno deciso di istituire un’opzione light, definita assicurazione mini kasko, che copre i danni alla vettura indipendentemente dalla responsabilità del proprietario solo quando è possibile identificare anche un altro veicolo. Per questa natura particolare, infatti, viene anche definita assicurazione collisione, in quanto interviene esclusivamente a tutela del sottoscrittore a seguito di un incidente con un mezzo terzo identificato da numero di targa. Quindi, la mini kasko, a differenza dell’assicurazione kasko non copre danni dovuti, ad esempio, all’urto contro un palo a causa di imperizia o al ribaltamento dovuto a distrazione personale.

Assicurazione assistenza stradale, per non rimanere mai a piedi

Una delle principali preoccupazioni per chi guida è senza dubbio quella di rimanere appiedati a causa di un guasto o di un problema meccanico occorso all’automobile. Per prevenire questi inconvenienti la manutenzione costante ed accurata rimane un elemento fondamentale, ma non è sufficiente a tutelare completamente chi sta a bordo. Per questo motivo le compagnie di assicurative propongono, accanto alle tradizionali coperture accessorie come l’assicurazione cristalli, l’assicurazione furto incendio e l’assicurazione kasko, solo per citarne alcune, anche l’assicurazione assistenza stradale, l’alleato ideale per tutti coloro che necessitano un accurato supporto per la gestione dei problemi legati alla vettura, anche dopo un incidente con colpa.

Quando conviene attivare l’assicurazione assistenza stradale

Molti guidatori, in fase di preventivo, si chiedono quali siano le ragioni ed i vantaggi per cui valga la pena aggiungere anche la copertura relativa all’assistenza stradale. Innanzitutto la convenienza: infatti con poche decine di euro è possibile abbinare all’assicurazione RCA obbligatoria anche l’opzione relativa all’assistenza stradale. Ma c’è di più: infatti ciò che rende davvero utile questo tipo di garanzia è la versatilità di utilizzo che permette al guidatore e a chi sta a bordo di ottenere un aiuto concreto nei principali momenti di difficoltà quando si è in strada. Basti pensare a quanto possa essere arduo gestire anche un piccolo imprevisto come una gomma forata, un malfunzionamento del motore o un incidente lieve che danneggia l’auto, soprattutto se questi accadimenti sfortunati hanno luogo lontano da casa, magari in autostrada e, ancor di più, prima di partire per una meritata vacanza. Il suggerimento, per ovviare in pochi istanti a questo tipo di inconvenienti, è quello di abbinare all’assicurazione infortuni conducente, sempre utile soprattutto per chi viaggia molto durante l’anno, anche l’assicurazione assistenza stradale che permetterà di risolvere, anche solo con una telefonata o un SMS, le criticità legate al funzionamento dell’automobile.

Come funziona l’assicurazione assistenza stradale

Al pari di tutte le altre coperture accessorie da abbinare all’assicurazione RCA, anche l’assicurazione assistenza stradale è una garanzia non obbligatoria che, in modo specifico, interviene a supporto del sottoscrittore nei casi in cui l’auto rimanga in panne. Molte compagnie offrono, oltre ai canonici servizi di assistenza, anche il rimborso del soccorso stradale che garantisce il recupero immediato del mezzo. Il funzionamento, in questi casi, è davvero semplice: se il veicolo non fosse più in condizione di muoversi autonomamente e si fosse costretti ad una sosta forzata su strada, i mezzi di traino interverranno per recuperarlo e trasportarlo fino al centro di assistenza più vicino al luogo dell’accaduto che, in base a quanto contenuto nelle norme contrattuali, potrà essere una filiale della casa costruttrice dell’auto o una tradizionale officina. Per non incorrere in spiacevoli sorprese è importante, già durante la fase di preventivo assicurazione auto, prestare moltissima attenzione ciRCA le clausole del contratto che possono includere elementi sia a vantaggio che a svantaggio del sottoscrittore. Alcuni esempi? Le compagnie, talvolta, impongono un chilometraggio massimo per lo spostamento della vettura, oltre il quale è il cliente a dover sostenere le spese di trasporto. Ma tra i cavilli contrattuali, può accadere che si nascondano anche elementi vantaggiosi per chi decide di aggiungere tra le opzioni accessorie anche l’assicurazione assistenza stradale: dall’auto sostitutiva, alla notte in albergo pagata, fino al rimborso delle spese per l’acquisto di biglietti di mezzi di trasporto alternativi per giungere alla destinazione desiderata, le possibilità messe a disposizione dalle compagnie per chi è costretto a rinunciare temporaneamente alla sua auto a causa di un guasto possono essere davvero numerose.

Assicurazione auto online: tutto a portata di click

Semplificare la vita ai cittadini, migliorandone la qualità: è questo uno degli obiettivi di internet e della tecnologia ad ampio raggio. Anche nel segmento dell’assicurazione auto l’avvento del web ha significato una piena e completa rivoluzione: la liberalizzazione del settore ha dato infatti vigore ad un segmento come quello dell’assicurazione auto online che, ormai da tempo, sta monopolizzando l’intero meRCAto. La possibilità di confrontare le tariffe di numerose compagnie assicurative è solo uno dei grandi vantaggi ottenibili dall’immediatezza delle informazioni disponibili in rete che permettono di ottenere non solo una massima personalizzazione delle coperture, scelte su misura, ma anche un assoluto livello di risparmio. Il tutto possibile da pc, smartphone e tablet, per una comodità assoluta.

Polizza auto su misura: grazie al web si può

I vantaggi garantiti da un’assicurazione auto online sono davvero numerosi. Innanzitutto la possibilità di customizzare in ogni aspetto la polizza potendo scegliere tra una più ampia gamma di coperture rispetto alle tradizionali compagnie assicurative non operanti sul web. Alcuni clienti potrebbero essere interessati ad aggiungere al proprio contratto un’assicurazione cristalli, altri, invece, non vogliono privarsi in nessun modo dell’assicurazione furto incendio, altri ancora non possono fare a meno dell’assicurazione assistenza stradale, ideale per avere un supporto concreto nelle situazioni più difficili da gestire. E la lista di possibilità potrebbe essere ancora più lunga con l’assicurazione kasko e l’assicurazione infortuni conducente, solo per citarne alcune. Basta un gesto per dare forma all’assicurazione auto online dei desideri: mouse alla mano, ecco che il preventivo assicurazione auto diventerà realtà in pochissimi minuti. E in caso di necessità un operatore professionale da contattare via mail o chat sarà sempre a completa disposizione per aiutarvi nella scelta.

Costi ridotti grazie alle polizze online

Quando personalizzazione dei servizi fa rima con convenienza, ecco che la ricetta diventa assolutamente vincente. E’ il caso anche dell’assicurazione auto online che, rispetto alle canoniche polizze, non scende a compromessi con i livelli di qualità offerti, ma propone il tutto ad un costo decisamente più contenuto. Come noto, infatti, le compagnie che operano online possono abbattere i costi strutturali, garantendo quindi agli assicurati un tariffa di sottoscrizione altamente competitiva, che non ha paragone nel segmento tradizionale.

Assistenza e liquidazione rapida in caso di sinistro

Un altro importantissimo vantaggio dell’assicurazione auto online riguarda i tempi di assistenza e di liquidazione in caso di sinistro. Chi sottoscrivere un’assicurazione RCA online, infatti, potrà accorgersi della quasi totale assenza di lungaggini burocratiche, grazie ad una capillare presenza sul territorio in grado di portare a termine pratiche annose nel giro di pochi giorni, per la massima soddisfazione e tranquillità dell’assicurato.

Rinnovare una polizza online all’insegna della semplicità

Una delle caratteristiche peculiari che da sempre hanno contraddistinto l’assicurazione auto online è l’assenza del rinnovo tacito della polizza, recentemente abolito anche nelle pratiche tradizionali. Un gran vantaggio, quindi, per tutti coloro che fino ad oggi hanno scelto di affidarsi ad una compagnia via web. Ogni anno, infatti, è possibile valutare le offerte più interessanti e scegliere così, ad ogni rinnovo, un partner di qualità diverso dal precedente e, soprattutto, più conveniente. Addio, quindi, a lungaggini burocratiche, a raccomandate di disdetta e a tanto tempo perso inutilmente.

Ampia scelta per una soluzione sempre ideale

La comodità di poter avere tutto a portata di mano non ha prezzo. Se a ciò si aggiunge che l’offerta di assicurazione auto online è ricchissima e permette di trovare la soluzione migliore al migliore costo del meRCAto, è chiaro come ci siano solo aspetti positivi nello scegliere le polizze via internet. L’assicurazione RCA, ad esempio, è mediamente proposta ad un prezzo di gran lunga inferiore rispetto alle tradizionali compagnie che hanno una sostanziale offerta paritetica a quella degli operatori presenti in rete. Inoltre in rete è possibile confrontare, in pochissimi istanti, un numero enorme di compagnie, per trovare quella ideale alle proprie esigenze: un altro grande vantaggio per chi decide di risparmiare tempo e denaro grazie ad internet.

Assicurazione auto a km, perché conviene

Il principio di pagare per quanto si utilizza effettivamente un servizio è un concetto tanto naturale quanto innovativo se si parla di assicurazione auto. Dopo tanti anni di polizze standard che non hanno mai tenuto conto del chilometraggio percorso nell’arco di un anno ecco che l’assicurazione auto a km sta rivoluzionando il settore, basandosi su un semplice principio che permette di far risparmiare anche centinaia di euro a tutti quei guidatori che non utilizzano molto l’automobile e che, grazie a questo tipo di convenienza, applicata non solo all’assicurazione RCA, ma anche alle componenti accessorie, possono aggiungere, senza spendere una fortuna, l’assicurazione assistenza stradale, l’assicurazione cristalli, l’assicurazione furto incendio, l’assicurazione infortuni conducente o, addirittura, l’assicurazione kasko. E’ importante però ricordare che l’assicurazione auto a km copre il mezzo esclusivamente per un numero contenuto di chilometri, il che vuol dire che è necessario prestare molta attenzione a quanto effettivamente percorso, per non rischiare di superare la soglia. Per evitare che questo accada, le nuove tecnologie sono venute in soccorso: chi effettua un preventivo assicurazione auto online per un’assicurazione auto a km si accorgerà che questo tipo di polizza viene proposta in abbinamento ad una cosiddetta scatola nera, ovvero un dispositivo di ultima generazione installato sul veicolo e collegato via satellite, in grado di verificare, in qualsiasi momento, i chilometri percorsi su strada.

Quando l’assicurazione auto a km è davvero un affare

L’assicurazione auto a km, così come l’assicurazione auto temporanea, rappresenta un grandissimo vantaggio per tutti quei guidatori occasionali che si muovono principalmente in maniera alternativa e che utilizzano la vettura sporadicamente. Il tetto massimo di percorrenza che viene fissato da questo tipo di assicurazioni solitamente è di 5 mila chilometri: al superamento della soglia, la convenienza inizia a diminuire, pertanto è importante essere certi che non si vada mai oltre il chilometraggio sottoscritto. In caso di dubbio, infatti, è sempre meglio optare per un’assicurazione auto classica e non basata sulla percorrenza. Chi, invece, è assolutamente certo che i valori presenti nel contratto siano sufficiente a coprire il fabbisogno annuo, può godersi un consistente taglio al premio che, mediamente, si riduce della metà rispetto ai listini delle polizze tradizionali. Alcune compagnie, inoltre, prevedono il rimborso dei chilometri non effettivamente percorsi, o la possibilità di aggiungerli, come bonus, al valore previsto per l’anno successivo.

Semplicità e immediatezza con l’assicurazione auto a km

Come avviene per ogni classica assicurazione auto online, anche per stipulare un’assicurazione auto a km bastano pochi click. Il consiglio, come di consueto, è quello di effettuare non un solo preventivo assicurazione auto ma un buon numero, in modo da poter paragonare le diverse voci di spesa e scegliere così la polizza più vicina alle esigenze personali. Il contratto, inoltre, è esattamente equipollente a quello tradizionale: ci sarà, obbligatoriamente per legge, la voce relativa all’assicurazione RCA con l’indicazione del relativo massimale, e lo stesso verrà fatto in caso il contraente decida di acquistare coperture accessorie come l’assicurazione furto incendio o l’assicurazione cristalli.

Tecnologia e risparmio: ecco come funziona la scatola nera

Per avere un controllo assoluto, le compagnie, negli ultimi anni, abbinano all’assicurazione auto a km anche la scatola nera, installata gratuitamente sul veicolo e concessa in comodato d’uso. Il dispositivo è in grado di calcolare, in real time, l’effettivo ammontare dei chilometri percorsi. Ma c’è di più: grazie al collegamento satellitare, che permette una localizzazione costante 24 ore su 24, la scatola nera è un’ottima alleata per ritrovare il veicolo in caso di furto o per ricostruire le dinamiche di un incidente dove è difficile stabilire chi abbia torto nel sinistro. Uno strumento talmente utile che dovrebbe essere offerto gratuitamente da tutte le compagnie, anche in caso di assicurazione auto tradizionale.

Assicurazione auto temporanea, il risparmio al servizio della qualità

Classicamente tutte le polizze proposte dalle compagnie di assicurazione auto online hanno una durata di 12 mesi dal momento della sottoscrizione. Il preventivo assicurazione auto che viene effettuato in rete, infatti, mostra tipicamente gli importi di premio che devono essere pagati dai sottoscrittori per ottenere la copertura annuale delle diverse componenti comprese nel contratto, tra cui deve obbligatoriamente essere presente l’assicurazione RCA. Ma alcuni guidatori talvolta, per molteplici motivazioni, hanno la necessità di sottoscrivere una polizza temporalmente ridotta, più breve: ecco che in questi casi arriva in soccorso dei clienti l’assicurazione auto temporanea, una copertura che propone le stesse caratteristiche delle più utilizzate polizze annuali, ma dà l’opportunità di sottoscrivere tutte queste opzioni come l’assicurazione assistenza stradale, l’assicurazione cristalli, l’assicurazione furto incendio, l’assicurazione infortuni conducente e l’assicurazione kasko per un periodo di tempo limitato. Un grande possibilità, quindi, per tutelarsi al meglio, all’insegna del massimo risparmio.

Quando è utile l’assicurazione auto temporanea

Avete un veicolo che utilizzate nella casa al mare o in montagna solo durante i periodi di villeggiatura? Oppure le stagioni più rigide usate una seconda auto per andare al lavoro che poi, d’estate, rimane sempre chiusa nel box? Perché spendere centinaia di euro per una classica assicurazione auto online quando è possibile risparmiare, senza scendere a compromessi con il livello di coperture disponibili, con l’assicurazione auto temporanea. Come accade per l’assicurazione auto a km, anche la polizza temporanea è utilissima per chi usa poco l’auto o, più nello specifico in questo caso, per chi è costretto ad utilizzarla in periodi specifici dell’anno, foss’anche per un giorno solo. Infatti l’assicurazione auto temporanea rappresenta la soluzione ideale anche nei casi in cui è necessario trasportare un veicolo non assicurato da un luogo a un altro, come da casa all’officina in caso di riparazione di un’auto da tempo non più funzionante, o verso il cosiddetto sfasciacarrozze.

Come stipulare un’assicurazione auto temporanea

Poter accedere ai vantaggi offerti dall’assicurazione auto temporanea è tanto semplice come stipulare una classica assicurazione auto online. Infatti, la maggior parte delle compagnie operanti nel settore consentono l’acquisto di questa speciale tipologia, al pari di quanto accade con un altro contratto speciale come quello legato all’assicurazione auto a km. In pochi click si potrà ottenere, da ciascun operatore, il preventivo assicurazione auto, pronto per essere confrontato nell’immediatezza per poter scegliere la soluzione migliore per soddisfare le necessità personali. Generalmente l’assicurazione auto temporanea ha una durata tipica da 1 a 28 giorni, ma nulla vieta di sottoscrivere la copertura per un periodo mensile, trimestrale o, addirittura, semestrale.

I vantaggi dell’assicurazione auto temporanea

Stipulare un’assicurazione auto temporanea porta con sé numerosi vantaggi. Come visto, innanzitutto, la convenienza di poter sottoscrivere, anche solo per un giorno, una copertura completa. Certamente, confrontando il premio su base annuale, rispetto ad un’assicurazione RCA, la garanzia a breve termine, proporzionalmente, sarà più costosa, ma il livello di risparmio, comunque, rimarrà sempre elevato. Generalmente questo tipo di polizza parte da un costo minimo pari a 10 euro, per aumentare innanzitutto in base al tempo richiesto per la garanzia, e quindi, da altri fattori, come avviene ad esempio per l’assicurazione furto incendio, quali l’età del guidatore, l’anzianità del mezzo e la città di residenza. Ma c’è di più: l’assicurazione auto temporanea, infatti, può diventare, in qualsiasi momento, una tradizionale assicurazione auto online integrando la quota di premio mancante. All’occorrenza, quindi, la spesa per la polizza temporanea non andrà persa, ma potrà essere considerata come acconto da decurtare alla quota complessiva tracciata dal preventivo assicurazione auto annuale.

Assicurazioni auto storiche, un pieno di vantaggi

Sono numerosi in Italia gli appassionati delle auto d’epoca che, nonostante il passare degli anni, non intendono cambiare il loro gioiello storico a 4 ruote. Per tutti questi clienti le compagnie assicurative hanno pensato ad un prodotto ad hoc capace di tutelare il loro patrimonio inestimabile e di strizzare l’occhio, al tempo stesso, anche alla convenienza: stiamo parlando delle assicurazioni auto storiche. Tutti i proprietari di un veicolo datato, infatti, hanno l’opportunità di sfruttare specifiche agevolazioni che permettono di ridurre i costi complessivi legati al premio da versare annualmente per la polizza. Per questa ragione è bene sottolineare quali siano le distinzioni rispetto alla tradizionale assicurazione auto online.

Auto storica, una definizione spesso generica

Troppo spesso il termine auto storica viene utilizzato in modo improprio da parte dei consumatori. Il legislatore italiano, tuttavia, ha ben definito quali debbano essere le caratteristiche per essere in presenza di una vettura d’epoca, ovvero un’età superiore ai 20 anni o un motivo di dominio comune che la renda celebre a livello nazionale o internazionale. Per poter calcolare in modo esatto l’anzianità del veicolo ed accedere così ai vantaggi delle assicurazioni auto storiche è necessario considerare la data di costruzione e non quella dell’immatricolazione, e ciò rappresenta un grande vantaggio per i consumatori che possono iniziare a conteggiare dalla prima data utile in cui è stato prodotto un dato modello.

Come iscrivere l’auto all’ASI

Una volta chiarito che il proprio veicolo possa rientrare nella categoria auto d’epoca, per ottenere le agevolazioni di una polizza ad hoc è necessario iscrivere il mezzo in un apposito registro che, al momento, è in carico all’ASI, l’ente per le Auto Storiche Italiane. Tuttavia il procedimento non è dei più semplici: il proprietario deve affiliarsi ad una delle associazioni di auto storiche facenti parte del circuito ASI. A questo punto l’ente nazionale sarà autorizzato a rilasciare, una volta verificate le caratteristiche del veicolo, i tre certificati che caratterizzano i veicoli d’epoca, ovvero l’attestato di storicità, il certificato di rilevanza storica e la carta di identità della vettura. Con quest’ultimo documento sarà possibile richiedere un preventivo assicurazione auto all’interno del panorama dedicato delle assicurazioni auto storiche.

L’attivazione delle assicurazioni auto storiche

A differenza di quanto accade per l’assicurazione auto online tradizionale, per cui la stipula è accettata da tutte le compagnie, così come la gran parte delle componenti accessorie quali l’assicurazione cristalli, l’assicurazione furto incendio, l’assicurazione infortuni conducente o l’ assicurazione kasko, non è sempre facile individuare gli operatori che presentano nel loro catalogo anche i prodotti legati alle assicurazioni auto storiche. Tuttavia le compagnie che offrono questo tipo di servizio forniscono le procedure di attivazione altrettanto veloci alla classica assicurazione RCA: una volta ricevuto il documento che attesta l’iscrizione all’ASI, che costa pochi euro all’anno, le assicurazioni auto storiche possono essere attivate già direttamente online, per la massima comodità dei sottoscrittori che per completare la stipula devono avere compiuto almeno 23 anni.

Un mondo di vantaggi

Poter attivare le assicurazioni auto storiche vuol dire sfruttare una convenienza assoluta rispetto alla più conosciuta assicurazione auto online, in grado di tagliare anche della metà il costo del premio assicurativo. Non solo: grazie a questo tipo di polizza è possibile ottenere una classe di merito fissa, senza subire le conseguenze delle logiche bonus malus, applicate invece sull’assicurazione RCA. Ciò significa che se si dovesse essere coinvolti in un sinistro con colpa a bordo del veicolo storico, nulla sarà cambiato nella classe di merito del guidatore. Inoltre, grazie alle assicurazioni auto storiche anche il costo del bollo di circolazione viene abbattuto, all’insegna del risparmio totale per gli appassionati dei veicoli d’epoca.

Preventivi assicurazione auto online, il miglior modo per risparmiare

Perché una polizza auto sia adatta alle proprie esigenze e sappia soddisfare al massimo anche gli aspetti legati al budget è necessario richiedere sempre più di un preventivo assicurazione auto prima di effettuare una sottoscrizione. Mettere a confronto le diverse opportunità, infatti, permette di avere un riscontro immediato sulla bontà delle coperture, e rappresenta la via ideale per prendere la decisione corretta, senza scendere a compromessi con la qualità. Se fino a qualche tempo fa, però, poter ottenere un preventivo per la polizza auto da ciascuna compagnia poteva essere oneroso in termini di tempo, ora, grazie al web, è estremamente semplice: in pochi click, direttamente dal sito internet della compagnia, inserendo alcuni semplici dati, è possibile farsi un’idea concreta del costo complessivo della polizza. Una volta ottenuto un preventivo da una decina di compagnie diverse arriva il momento di effettuare il confronto per capire quale sia quella ideale per le proprie necessità

Oltre al prezzo c’è di più

E’ normale che a chiunque faccia un confronto tra assicurazione auto online diverse caschi l’occhio sul prezzo finale e su ciascuna delle voci di costo che compongono un preventivo assicurazione auto. Nonostante il prezzo sia, senza dubbio, una delle variabili fondamentali per valutare la bontà di un’assicurazione RCA, è bene non farsi influenzare, almeno in prima battuta, da ciò che è riportato in calce alla modulistica. Far passare la scelta come esclusiva questione di budget potrebbe essere un grande errore che potrebbe costarvi molto più caro con il passare del tempo. Infatti, per capire concretamente quale sia l’assicurazione auto perfetta per ogni guidatore è necessario considerare altre numerose informazioni come le coperture offerte.

Franchigie, massimali e limiti di applicazione: come valutare le coperture

La maggior parte dei clienti che richiedono un preventivo per l’assicurazione auto sono interessati ad ottenere una polizza che vada molto al di là di una semplice assicurazione RCA. Per questo le compagnie di assicurazione auto online offrono garanzie accessorie che possono essere direttamente selezionate durante la creazione del preventivo. Dall’assicurazione cristalli, all’assicurazione furto incendio, passando per l’assicurazione infortuni conducente fino alla più completa assicurazione kasko, le categorie offerte dai diversi operatori sono apparentemente molto simili, ma nella sostanza non è così. Per questo motivo è fondamentale comparare non solo le tipologie di copertura, ma soprattutto i massimali, ovvero l’importo massimo che le compagnie sono disposte a sostenere in caso di sinistro, le franchigie, ovvero la parte di danno da risarcire che è sempre a carico dell’assicurato e non della compagnia, e i limiti di applicazione, ovvero casistiche particolari che seppur afferenti al tipo di copertura acquistata non prevedono l’intervento economico della polizza.

Feedback e opinioni online: l’ultimo step prima della scelta

Dopo aver attentamente valutate le diverse opzioni contenute in ciascun preventivo, e aver così scremato notevolmente il numero di operatori tra cui poter scegliere, arriva il momento di prendere una decisione definitiva. In questa fase è fondamentale ceRCAre di raccogliere più informazioni possibili sugli operatori ancora rimasti nella vostra short list. I feedback degli altri utenti della rete possono giocare un ruolo fondamentale: scoprire, ad esempio, che i servizi garantiti da un’assicurazione assistenza stradale sono notevolmente maggiori rispetto ad un altro operatore renderà la decisione meno difficile. O ancora, la possibilità di ottenere importanti vantaggi, anche a livello di prezzo, optando per un’assicurazione auto a km piuttosto che una tradizionale, per chi usa di rado il mezzo, indirizzerà nel modo più corretto la scelta finale della polizza.

Non resta che ottenere un preventivo per l’rc auto da ciascuna compagnia e selezionare l’offerta più completa.

ULTIME NOTIZIE

Come richiedere il risarcimento per l’assicurazione viaggio

Scritto da

AssicurazioneOnline
il

Questo tipo di assicurazione garantisce il risarcimento per i diversi contrattempi che possono accadere quando si programma un viaggio. Premesso che ogni compagnia può prevedere modi e tempi lievemente diversi, in linea generale le procedure...

Bollettino delle truffe assicurative di agosto

Scritto da

AssicurazioneOnline
il

Il mese di agosto è notoriamente il periodo dell’anno in cui tutto pare fermarsi per le meritate vacanze, non si fermano però le Forze dell’Ordine che silenziosamente continuano a svolgere il loro lavoro ed è...

Assicurazioni moto: in Italia le più care d’Europa

Scritto da

Daniela Zepponi
il

Ormai siamo abituati a veder scendere, anche se lentamente, i prezzi delle nostre assicurazioni. Grazie alla maggiore concorrenza che si è sviluppata in questi anni con l’uso dei comparatori online, in pratica dal 2010 c’è...

Rc auto, scatta l’obbligo della scatola nera

Scritto da

AssicurazioneOnline
il

Il governo ha l’obbligo, entro un anno dall’entrata in vigore del nuovo ddl Concorrenza, di adottare delle misure e dei decreti legislativi che prevedano l’obbligo dell’installazione della scatola nera sia sui mezzi di trasporto pubblici...